Indagini su furti in azienda, Inside ti offre il suo supporto

La Cassazione si è pronunciata in diverse occasioni in merito al legame fiduciario che regola il rapporto tra datore di lavoro e dipendente: un dipendente che ruba in azienda, anche se il furto è di lieve entità, rappresenta causa di licenziamento per giusta causa e senza preavviso.

Hai subito un furto in azienda e sospetti di qualche dipendente?

Le indagini per furto da parte di dipendenti in azienda trovano richiesta crescente e per tale ragione è bene tutelarsi ricorrendo a metodi investigativi per accertare l’accaduto e porre rimedio al fenomeno che danneggia l’impresa e la sua organizzazione, prima che questo possa evolversi ed arrecare un ingente danno economico.

L’appropriazione illecita di beni in azienda, tangibili e intangibili, è uno dei problemi che maggiormente ricorre nelle aziende, italiane e non. Inside è agenzia investigativa specializzata in investigazioni su furti in azienda e investigazioni su sabotaggi ed opera su tutto il territorio Italiano e mondiale, grazie ad investigatori privati dislocati. Se sospetti un’appropriazione indebita di merce o denaro da parte di un dipendente è opportuno affidarsi al più presto ad un investigatore privato che, con professionalità e piena conoscenza dei mezzi giudiziari, possa svolgere un’indagine sul furto in azienda. A differenza del furto in azienda, il sabotaggio in azienda rappresenta il danneggiamento volontario di strumenti o beni aziendali da parte di un dipendente o collaboratore.

Credi che qualche dipendente abbia rubato qualcosa?

indagini sui furti in azienda

Le indagini su furto in azienda vengono svolte con strumenti tecnologicamente avanzati e nel pieno rispetto delle leggi.

Inside supporta le imprese nella raccolta di elementi di prova volti all’individuazione degli autori del furto in azienda, incoraggiando le stesse ad adottare misure e strumenti di prevenzione idonei a ridurre eventuali rischi che potrebbero compromettere l’immagine aziendale.

Il furto di beni aziendali legittima il licenziamento per giusta causa, a prescindere dal valore e dall’entità dei beni sottratti.

Ciò che rileva è infatti il comportamento “disonesto” del lavoratore che, in quanto tale, si ripercuote sul rapporto di lavoro integrando gli estremi di “una condotta suscettibile di porre in dubbio la futura correttezza dell’adempimento, in quanto sintomatica di un certo atteggiarsi del dipendente rispetto agli obblighi assunti”.

Il licenziamento per furto sul posto di lavoro è un diritto del datore di lavoro, se hai sospetti contatta Inside per l’immediata risoluzione del caso.

Desideri ricevere una consulenza gratuita o un preventivo senza impegno su questo argomento?
CONTATTACI SUBITO: